Pollo Satay, un piatto di origine asiatico


Il pollo satay è uno di quei piatti che vediamo spesso nel menu di ristoranti cinesi e thailandesi. Se l’avete assaggiato, sicuramente avrete voglia di riprodurlo anche a casa vostra, e magari proporlo in una cena a tema orientale insieme ai ravioli cinesi brasati. Tutto è possibile. È infatti una ricetta gustosa e facile.

Il pollo satay è una preparazione tipica dell’Indonesia e della Malesia, molto diffuso e apprezzato in tutta l’Asia. Si tratta di spiedini di pollo, la cui carne viene lasciata marinare in un saporito mix di salsa di soia e spezie, successivamente cotti su griglia e accompagnati dalla salsa satay. La salsa satay è una goduriosa e calorica salsa a base di burro di arachidi. La ricetta può sembrare elaborata, ma ci servono pochi ingredienti e poca fatica.

Possiamo partire dal petto del pollo tagliato a striscioline, marinate e successivamente inserite nello spiedo a formare un serpentello, oppure comprare direttamente il petto di pollo ridotto a dadini. Per quanto riguarda la salsa satè si tratta di far stemperare il burro di arachidi con del latte di cocco e salsa di soia.

Il burro di arachidi è l’ingrediente a cui un americano non sa proprio rinunciare, e quando noi sentiamo nominare questo prodotto subito lo colleghiamo alla tradizione statunitense. E in effetti lo impiegano su tutto, fette di pane, dolci, biscotti e verdura. Io non l’avevo mai assaggiato e non sapevo come poterlo impiegare, fino ad oggi. Questo burro si ricava dalla macinatura dei semi di arachidi precedentemente tostati. È un alimento ahimè molto calorico, ma ricco di proteine e fibre, quindi se consumato moderatamente apporta anche elementi utili al nostro organismo. Data la semplicità della formula, possiamo anche preparare in casa il burro di arachidi, per ottenere un prodotto più genuino, in quanto privo di conservanti e additivi. Basterà frullare le arachidi, che man mano diventeranno consistenti come una pasta, in seguito al rilascio degli oli che contengono. Un po’ come accade per tutta la frutta secca.

pollo satay

Come preparare il pollo satay

Tagliamo il petto di pollo in strisce larghe circa 1 cm. In una ciotola prepariamo la marinata, miscelando l’olio, la salsa di soia, il succo di lime, e le spezie. Passiamo le nostre strisce di pollo nella salsa ottenuta, e infilziamo in uno spiedo lungo, che abbiamo inumidito con acqua (per evitare che si bruci poi sulla piastra). Infilziamo le strisce di pollo formando una S.

petto di pollo a strisce

Lasciamo gli spiedini in una pirofila, coperta da un foglio di pellicola, a marinare in frigo per almeno 2 ore.

spiedini in marinatura

Prepariamo nel frattempo la nostra salsa: in una padella lasciamo soffriggere in un filo d’olio, il cipollotto tritato. Aggiungiamo poi  il latte di cocco e stemperiamo il burro di arachidi. Aggiungiamo ancora un cucchiaio di salsa di soia, e uno di succo di lime.

salsa satay

Prendiamo i nostri spiedini, e andiamo a cuocerli su piastra antiaderente ben calda, girandoli su tutti i lati. Lasciamo cuocere per  5 minuti circa, bagnandoli con il liquido residuo della marinata.

spiedini in cottura

I nostri spiedini sono pronti per essere serviti caldi, accompagnati dalla salsa satay.

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 g di petto di pollo
  • 2 cucchiai di Salsa di soia
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • 1 cucchiaino di curry
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 1 cucchiaino di zenzero

Per la salsa satay

  • 125 g di Burro di arachidi
  • 125 ml di Latte di cocco
  • 1 Cipollotto tritato
  • 2 cucchiai di Salsa di soia
  • 1 cucchiaio di succo di lime

Curiosità:

Esistono diverse varianti di questa ricetta, che possiamo preparare variando il tipo di carne o di condimenti. Possiamo infatti preparare spiedini utilizzando la carne di tacchino, di manzo o di  maiale.

Possiamo personalizzare la nostra marinata aggiungendo le spezie che più preferiamo. Ed infine possiamo gustare il pollo satay accompagnando con del semplice riso pilaf, un tipo di riso “lessato” in bianco, che viene usato nei paesi Mediorientali al posto del pane, per accompagnare secondi di carne e pesce.

Possiamo inoltre utilizzare la salsa satay per condire carne, verdura o un piatto di noodles.

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More From: Secondi Piatti

DON'T MISS