Branzino al forno con carciofi


Cucinare il pesce può essere visto dai meno esperti come un’operazione difficile e rischiosa. In realtà, eccetto alcune varietà particolari, bene o male è possibile comportarsi con tutti nello stesso modo, ovvero farli pulire dal pescivendolo. Scherzi a parte il branzino al forno con carciofi è un abbinamento particolare, ideale per chi pensa di aver già provato tutto e ha voglia di sapori nuovi.

Il branzino, anche detto spigola, è un pesce per intenditori, con una carne bianca pregiata e profumata. Ideale cotto al forno, al cartoccio, e insaporito con spezie e aromi, ottimo in umido, con pomodorini e olive, alternativo nella nostra versione con i carciofi.

branzino al forno

Procedimento per il branzino al forno:

Come prima cosa pulite il pesce e ricavatene due tranci. Adagiateli in una pirofila leggermente oliata, conditeli con un pizzico di sale e un filo di olio.

Tenete da parte e pulite i carciofi rimuovendo le foglie dure più esterne e le cime di tutto il fiore. Affettateli sottilmente e saltateli in padella con un filo di olio e uno spicchio di aglio. Sfumate con il vino bianco, coprite e lasciate cuocere finchè saranno teneri. Se necessario aggiungete un cucchiaio di acqua. In ultimo regolate di sale e aggiungete il prezzemolo. Prelevatene circa metà è frullatelo grossolanamente con il mixer.

Adagiate la crema e i carciofi ancora interi sul pesce e infornate a 180°C per 30 minuti.

Servitelo caldo.

Ingredienti

  • 4 filetti di Branzino
  • 2 Carciofi
  • Vino bianco qb
  • 1 spicchio di Aglio
  • 1 cucchiaio di Prezzemolo tritato
  • Olio evo
  • Sale e pepe

Beatrice Piselli
Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

More From: Secondi caldi

DON'T MISS