Rice Burger e Burger di Riso


Rice Burger: dal Giappone un sostituto senza glutine ai nostri panini e poi, un hamburger goloso a base di riso!

Il riso è certamente l‘alimento principale della dieta alimentare asiatica. Il suo utilizzo è equiparabile a quello che noi facciamo del pane e mai paragone fu più azzeccato, infatti si usa anche creare delle vere e proprie “pagnotte” di riso, i rice burger,  in sostituzione dei classici panini morbidi al sesamo per accompagnare gli hamburger. Non si tratta di un tipo di pane realizzato con farina di riso, bensì proprio del cereale in chicco compattato e compresso in modo da poter essere utilizzato al posto del panino.

rice burger
Foto di https://coupleeatsfood.com/

Se da noi ne stiamo venendo a conoscenza solo ora, in realtà è da circa 30 anni che in Asia, e in particolare il Giappone dove sembra abbia avuto origine, si usa sostituire i burger buns americani con il riso compattato. Nei fast food asiatici è normale trovare sia la versione degli hamburger con il pane, sia quella con il riso.

Apparentemente può sembrare che sia una sorta di presa di posizione per introdurre forzatamente la propria tradizione anche in un piatto importato, ma non è così. È importante ricordare, per capire meglio questa usanza, che in Asia il pane non ha la funzione di accompagnamento delle pietanze. A questo scopo viene usato appunto il riso, mentre il pane è principalmente considerato un cibo da gustare a fine pasto, quasi un dessert. In Asia il pane che viene prodotto è soprattutto dolce ed è molto difficile trovare pane salato. Alla luce di questo sarà facile capire da cosa sia nato il desiderio di effettuare questa sostituzione.

Ovviamente per gli originali è previsto l‘uso di riso per il sushi, ma si può utilizzare anche un riso di origine italiana. Se avete voglia di provare a realizzare questa specialità a casa vostra, dovrete considerare circa 130 g di riso per ogni hamburger (totali per la parte di sopra e per quella di sotto). Per la preparazione del riso è consigliabile seguire le indicazioni riportate sulla confezione, soprattutto se si tratta di riso specifico per sushi. In generale però si può procedere lessandolo e lasciandolo riposare in frigo per una notte avendo cura di stenderlo in una teglia. Il giorno dopo si potrà dargli forma utilizzando un coppapasta per creare dei medaglioni, di circa 1,5 cm di altezza. Una volta formati, i rice burger andranno fatti dorare in padella con un filo d‘olio, precedentemente cosparsi sul lato esterno con il sesamo nero, se si gradisce.

Burger di riso

Molte persone, in questi ultimi anni stanno prendendo consapevolezza dell‘importanza del mangiare sano. Sia che si tratti di scelte consapevoli o di regimi alimentari dettati da esigenze di salute, sono moltissime le ricette che si possono trovare in rete. Spesso vi è un‘influenza della cucina etnica, soprattutto dai paesi orientali. Per quanto riguarda i burger sono tantissimi gli ingredienti che si possono utilizzare in sostituzione della carne. Tra i più famosi burger vegetali troviamo quelli di ceci, quelli di verdure e quelli di soia. Ci sono poi accostamenti particolari come i burger di quinoa e barbabietola, ma esiste anche una versione di riso.

Se i rice burger sostituiscono i buns del più famoso panino americano, i burger di riso sono invece una validissima alternativa al companatico. Non sempre la volontà di gustare cibi “insoliti” è dettata da scelte alimentari alternative, si può decidere anche di sperimentare nuovi sapori o magari si è alla ricerca di alternative light senza rinunciare al gusto, o ancora vi si è purtroppo costretti dal bisogno di seguire diete particolari a causa di intolleranze. In ogni caso i burger di riso sono un piatto adatto a tutte queste casistiche.

Inoltre, se siete particolarmente attenti al consumo di cibi sani e naturali, sappiate che possono essere preparati anche con il riso integrale. Se invece siete di fretta, non particolarmente abili in cucina, o semplicemente dovete fare più cose contemporaneamente potrete preparare questi burger anche in forno. Di fatto i burger di riso riescono ad accontentare quasi tutti i palati, persino quelli più esigenti, conquistandoli con il loro particolare sapore. E non bisogna neppure tralasciare il fatto che si tratta di un‘ottima ricetta per consumare il riso avanzato, evitando quindi gli sprechi alimentari. Possono inoltre essere arricchiti con verdure e/o pesce ed erbe aromatiche, insaporendoli quindi in base ai propri gusti personali.

Burger di riso (Vegan & Gluten Free)

hamburger di riso

Ingredienti:

  • 100 g di riso cotto
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • ½ peperone giallo
  • ½ peperone rosso
  • 1 cipolla rossa
  • 1 rametto di timo
  • 1 rametto di maggiorana
  • 4 foglie di salvia
  • 6/7 foglie di menta
  • 2 cucchiai di lievito alimentare
  • semi di papavero qb
  • sale e pepe qb
  • olio qb

Come preparare i burger di riso:

Se non avete a disposizione degli avanzi di riso procedete con la cottura. Si consiglia una cottura ad assorbimento, quindi raddoppiate il volume o il peso dell‘acqua rispetto a quello del riso, ad esempio per 100 g di riso occorreranno 200 g di acqua o per una tazza di riso calcolate due tazze di acqua. Lasciate cuocere a fiamma bassissima dopo che avrà preso il bollore, fino ad assorbimento del liquido (rispettando comunque i minuti indicati sulla confezione) che dovrà essere salato in precedenza. Lasciate risposare il riso possibilmente per una notte, altrimenti fino al raffreddamento, in una teglia.

Preparate le verdure che andranno pulite e tagliate a listarelle sottili. Tritate finemente le erbette. In una padella scaldate due cucchiai di olio, soffriggete leggermente la cipolla aggiungendo un cucchiaio di erbette tritate, aggiungete le verdure e lasciate stufare bagnandole con poca acqua alla volta. Regolate di sale e pepe.

Quando saranno tenere conditele con 2/3 del trito di erbette, spegnete la fiamma e coprite in modo che le verdure assorbano tutti gli odori. Mescolate e lasciate raffreddare. A questo punto unite le verdure al riso, il lievito alimentare, le erbette rimaste e regolate di sale.

Impastare bene e con l‘aiuto di un coppapasta preparate i burger.

Disponeteli su una teglia da forno precedentemente oleata. Spennellate un po‘ di olio sulla superficie dei burger di riso, cospargeteli con i semi di papavero e infornate a 180° fino a doratura. Gustate i burger da soli oppure in un panino, conditi con una fetta di pomodoro e una foglia di lattuga. Per la scelta delle salse potete optare per l‘hummus oppure per una maionese vegana, magari preparati in casa.

Se non seguite una dieta vegana, potete arricchire i burger con del salmone affumicato e utilizzare del formaggio grattugiato a scelta in sostituzione del lievito alimentare. Se non siete amanti del sesamo potete ometterlo oppure sostituirlo con del pan grattato. E ancora potete utilizzare i semi che più vi piacciono: sesamo, zucca, girasole etc. Questi burger sono un‘idea molto valida anche per chi segue una dieta priva di glutine, è importate però ricordare che in questi casi bisognerà utilizzare alimenti certificati.

Animanra

Dietro animanra c‘è Daniela. Appassionata da sempre di cucina, non ne ho mai fatto un vero e proprio lavoro perché ho sperimentato continuamente nuove e diverse esperienze. Sono andata dove la vita mi ha portata, anche dentro e fuori la cucina di un ristorante. Mi piace la storia dei cibi tradizionali, ricercare le origini dei piatti etnici, curiosare nelle cucine innovative e scoprire nuovi accostamenti di sapori. Mi piace dosare gli ingredienti, sporcarmi le mani, aprire il frigo ed inventare, gustare ciò che per me è novità. Ma soprattutto adoro scrivere per condividere le mie scoperte con chi, come me, ha voglia di saperne sempre di più.

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

More From: Ricette veg

DON'T MISS