Pizza napoletana, simbolo dell’Italia


Credo che sarete tutti d’accordo sul titolo che ho deciso di dare a questo a post sulla pizza napoletana. La pizza è infatti senza ombra di dubbio il simbolo dell’Italia intera e la unisce da nord a sud come null’altro è in grado di fare.

E’ vero che ogni pizzaiolo ha il suo modo di preparare la pizza, impastarla e cuocerla, ma il filo conduttore sono gli ingredienti: la pasta, il pomodoro, la mozzarella e il basilico.

La pizza napoletana è forse la tipologia più nota. Ha un cornicione (la crosta, per intenderci) più spesso, talvolta farcito, e la parte centrale è molto sottile e croccante. Dal 5 febbraio 2010 è stata riconosciuta dall’Unione Europea come Specialità Tradizionale Garantita e nel 2010 è stata presentata la sua candidatura all’UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità.

pizza napoletana

Chiaramente tutti questi riconoscimenti hanno portato alla stesura di un disciplinare.

La pizza napoletana.

Gli ingredienti sono farina, acqua, sale e lievito.

La pizza napoletana deve essere di 35 centimetri di diametro,stesa rigorosamente a mano, il cornicione deve essere altro 1-2 centimetri, mentre la parte centrale, quella del condimento, deve essere spessa 4 millimetri.

Va cotta a 485°C per 90 secondi, di modo che sia croccante, ma non bruciata e farcita con pomodoro, mozzarella e basilico.

Insomma, la semplicità fatta a pizza! Per ottenere in casa una buona pizza, anche se non sarà napoletana, affidatevi ai nostri consigli.


Like it? Share with your friends!

386
Beatrice Piselli
Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More From: Pizza

DON'T MISS