Lievitazione, ovvero perché la pizza può rimanere indigesta


Quante volte vi è capitato di mangiare la pizza e poi rimanere tutta la serata con un senso di pesantezza allo stomaco e una grande sete? Questo non è dovuto alla pizza ma alla lievitazione.

La lievitazione, o maturazione, dell’impasto è quel processo che trasforma gli amminoacidi e gli zuccheri complessi in altri più semplici tramite l’azione di enzimi. Quanto più sono semplici, tanta meno fatica farà il nostro stomaco a digerirli.

lievitazione

Fin qui non vi ho detto granché, o meglio, ho tralasciato un fattore, quello più importante: il tempo. No, non vi sto dicendo che se c’è il sole la digerite meglio, dico che l’impasto va fatto maturare, lievitare, per un tempo sufficiente.

Sufficiente a permettere agli enzimi di lavorare e scomporre gli elementi più complessi.

Quanto occorre per la lievitazione.

La lievitazione o maturazione dell’impasto richiede tempo. Si parla di minimo 24/36 ore ad una temperatura di 2-4°C. Oggi ciò è possibile grazie a moderne celle frigorifere e se si prestasse attenzione a questo aspetto, tutte le pizze sarebbero digeribili e non metterebbero sete.

Al momento della cottura, l’impasto steso, a contatto con la temperatura elevata del forno, innesca la reazione di Maillard. E’ lei che consente di ottenere impasti più digeribili e profumati.

lievitazione

Conclusione.

Non pensate che la pizza sia pesante. E’ la lievitazione corretta a renderla digeribile e a non mettervi sete. Quindi, se andate in pizzeria e non riuscite a digerirla, vi do un consiglio spassionato: andate da un’altra parte!


Like it? Share with your friends!

410
Beatrice Piselli
Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More From: Blog

DON'T MISS