Torta Mikado


La torta mikado, i famosi biscottini sottilissimi, ricoperti di cioccolato, ma con una nota salata, è una torta che possiamo tranquillamente definire “scenografica”. Sono tra i dolciumi più amati dai bambini e proprio per questo abbiamo pensato di utilizzarli per decorare una torta di compleanno.

Questa torta farà colpo sui bambini, ma vi assicuriamo che anche i grandi non rimarranno indifferenti, sia per il gusto, che per la farcitura, una crema golosissima a base di nutella e wafer! Potete poi personalizzarla e usare la variante di Mikado che preferite: ci sono quelli al cioccolato fondente, al latte, bianco e per non farsi mancare nulla, anche con la granella di nocciole.

Vediamo come prepararla.

torta mikado

Procedimento:

Per la preparazione del Pan di Spagna:

Lavorate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro.

torta mikado

Successivamente aggiungete la farina, il lievito e un pizzico di sale,

torta mikado

e mescolate il tutto delicatamente in modo da non far smontare il composto.

Versate in uno stampo da 24 cm circa e infornate a 180°C per 40 minuti.

torta mikado

Per la farcitura:

Montate la panna con le fruste elettriche o con lo sbattitore finchè sarà ben sostenuta.

torta mikado

Aggiungete la nutella e amalgamate il tutto.

torta mikado

A questo punto unite la granella di nocciole e i wafer sbriciolati e mescolate fino a quando non sarà abbastanza omogenea.

torta mikado

Tagliamo il Pan di Spagna in tre strati.

Essendo una torta di compleanno per bambini, come bagna abbiamo utilizzato semplicemente latte e zucchero, il risultato è ottimo.

torta mikado

Iniziamo spalmando la crema al cioccolato sul primo strato, posizioniamo sopra il secondo strato di Pan di Spagna, lo bagniamo e spalmiamo sopra altra crema al cioccolato.

torta-mikado-14

Il terzo ed ultimo strato lo lasciamo vuoto, perché successivamente andremo a ricoprirlo con la crema adatta alla copertura.

Per un’ottima riuscita delle torte farcite, il consiglio è quello di prepararle con un po’ di anticipo, affinchè tutti i preparati abbiamo in tempo di riposare e amalgamarsi tra loro. Potete preparare il Pan di Spagna la sera prima e lasciarlo a raffreddare. La mattina farcirlo e posizionarlo in frigo. Per ultimo procedere con le decorazioni.

Per la crema Ganache:

Riscaldate la panna e aggiungete il cioccolato a pezzetti, fino a farlo sciogliere. Immergete il pentolino in una ciotola con del ghiaccio e fate raffreddare la crema. Successivamente, con lo sbattitore montatela per rassodarla e lasciatela in frigo per almeno un’ora.

A questo punto, spalmate sia la superficie che i lati del pan di Spagna con la crema ganache, fino a ricoprirlo completamente.

torta mikado

Possiamo procedere con l’aspetto divertente della decorazione della torta, nelle foto vedrete tutto prevalentemente di rosa, trattandosi della torta di compleanno di una bimba, ma con i colori potete solo sbizzarrirvi.

torta mikado

Attacchiamo i Mikado, avendo cura di allinearli, al bordo della torta, uno vicino all’altro, ma attenzione a non sovrapporli, avendo realizzato noi per primi questa torta, sappiamo che a metà di questa operazione potrete riscontrare qualche difficoltà nel riuscire a tenere dritti i biscottini. Vi suggeriamo di aiutarvi con un elastico che vi faciliterà e velocizzerà nel procedimento.

torta mikado

A questo punto la torta inizia a prendere forma, abbiamo utilizzato dei marshmallow colorati e dei dolcetti al cocco.

torta mikado

Et voilà! Il nostro capolavoro è finito!

Ingredienti:

Per il Pan di Spagna:

  • 150 g di farina 00
  • 150 g di zucchero
  • 6 uova
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale

Per la farcitura:

  • 200 ml di panna fresca
  • 400 g di nutella
  • 100 g di wafer con crema al cacao o nocciole
  • 80 g di granella di nocciole

Per la crema Ganache:

  • 200 ml di panna per dolci
  • 300 g di cioccolato bianco
  • Per la decorazione:
  • 5 pacchetti di biscottini Mikado
  • Marshmallow
  • Dolcetti al cocco

torta mikado

Maria Adriana Tomaselli
Un occhio ai fornelli, l'altro al mirino della macchina fotografica e un "nome d'arte" che a volte mi precede: Quella dei dolci, ma non solo dolci!

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More From: Dolci e Dessert

DON'T MISS