Torta cacao e birra senza lattosio


La birra è una bevanda alcolica molto versatile: usata in cucina per la preparazione di dolci e pietanze salate, conferisce ai cibi un gusto unico e inconfondibile. Ecco quindi la ricetta di una gustosa e morbida torta al cacao e birra,in versione senza lattosio con doppia farcitura di crema chantilly aromatizzata ai gusti di Pistacchio e Nocciola con cannella e biscotti Speculoos….perfetta per questo periodo!

torta-cacao

La torta nella foto è stata ricoperta e decorata con pasta di zucchero per un compleanno (come potrete notare a fine serata ne era rimasta una sola fetta) , ma in alternativa potete ricoprirla anche solo con una ganache al cioccolato fondente o un altro tipo di glassa al cacao. Per esigenze di decorazione la torta è piuttosto alta (circa 10 cm), pertanto è stato necessario aumentare la dose dei vari ingredienti (quindi una dose e mezza rispetto a quella indicata nella ricetta).

 Per la torta al cacao e birra (dosi per una teglia tonda da torta con diametro di 25 cm):

  • 4 uova grandi
  • 340 g di zucchero
  • 450 g di burro senza lattosio
  • 450 g di birra rossa doppio malto o scura tipo Stout
  • 480 g di farina 00
  • 125 g di cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino e 1/2 di sale
  • 170 g di yogurt di soia al naturale

In una casseruola sciogliete a fuoco basso il burro a pezzetti con la birra, togliete il composto dal fuoco, fatelo raffreddare e aggiungeteci il cacao amaro setacciato. A parte setacciate e mescolate la farina con il sale e il lievito. Montate le uova con lo zucchero e lo yogurt fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungete il composto di burro, cacao e birra e continuate a mescolare finché non si amalgama bene il tutto. Incorporate a mano con una spatola di gomma il mix di farina, sale e lievito mescolando dal basso verso l’alto per non far smontare il composto. Versate l’impasto nella teglia imburrata e rivestita di carta da forno e cuocete in forno caldo a 180° C per 40-45 minuti. Fate raffreddare la torta per una decina di minuti in forno spento e con la portella semi aperta e poi sfornatela su una gratella fino a completo raffreddamento.

Crema chantilly senza lattosio

  • 1 l di latte ad alta digeribilità (o latte di soia)
  • 8 tuorli d’uovo
  • 300 g di zucchero
  • 50 g di farina 00
  • 50 g di amido di mais
  • 50 g di amido di riso
  • 35 g di gelatina in fogli
  • 500 ml di panna ad alta digeribilità (quella da montare)
  • 3 cucchiaini di pasta di pistacchio
  • 3 cucchiaini di pasta di nocciola
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • una decina di biscotti Speculoos (o alla cannella o al pan di zenzero) sbriciolati

Mettete il latte in una pentola in alluminio o acciaio con doppio fondo e portarlo ad ebollizione. A parte sbattete a mano i tuorli con lo zucchero e incorporatevi la farina e i due amidi precedentemente setacciati. Versate il latte bollente sul composto ottenuto e mescolatelo per bene con una frusta a mano. Mettete la crema ottenuta nella pentola dove prima era stato fatto bollire il latte e cuocetela a fuoco basso mescolando sempre per bene con un cucchiaio di legno o una spatola in gomma dal manico rosso (sono le uniche che si possono usare tranquillamente sul fuoco senza sciogliersi) finché non si addensa. Toglietela dal fuoco e versatela su una placca o teglia in acciaio,cercando di farla raffreddare il prima possibile ponendo la teglia su una bacinella con acqua fredda e ghiaccio (così si evita la prolificazione di batteri nocivi per la salute). Dopo di che coprite la crema con della pellicola a contatto e mettetela in frigorifero per qualche ora. In una bacinella mettete a bagno la gelatina per dieci minuti, strizzatela  e stemperatela in un pentolino a fuoco bassissimo per 1-2 minuti con un po’ della crema preparata precedentemente, poi unitela al resto della crema e mescolate. Incorporatevi la panna montata e suddividete la crema in due parti, ad una aggiungete la pasta di pistacchio, all’altra la pasta di nocciola insieme alla cannella e agli Speculoos.

Tagliate la torta in tre strati e alternate ad ogni strato le due creme chantilly. Ricoprite infine la superficie della torta con glassa a piacere. Se volete usare la pasta di zucchero come copertura ricordate di “stuccare” prima la superficie della torta con un leggero strato di ganache o crema al burro, sia per farla aderire meglio che per isolarla dall’umidità apportata dalle creme, che potrebbero di conseguenza inumidire la pasta di zucchero rendendola molle e inutilizzabile.

torta-cacao-birra

Qui un’altra foto dell’interno torta, smantellata delle sue decorazioni e assaltata dagli invitati alla festa.  Le foto non sono il massimo ma almeno potete vedere la torta finita e un esempio di come utilizzarla. Nei prossimi giorni scoprirete come è stata decorata, e non solo…perché imparerete anche voi a riprodurla a casa!

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

More From: Dolci e Dessert

DON'T MISS