Stanchi della solita insalata di riso? Ecco 5 dritte che fanno la differenza!


L’estate è arrivata e il caldo pure. Davvero in questi giorni non si respira e cosa c’è di più classico dell’insalata di riso? Quella che dite “Ne preparo un po’ di più e la mangio anche domani” e finite col mangiarla tutta la settimana perché sbagliate le dosi.
Quella che per “comodità” preparate con il vasetto pronto, senza un minimo di passione. O peggio che comperate perché dite di “non fare in tempo”.
Quella che poi diventa un tutt’uno con il piatto, con tutti i chicchi attaccati.

ALT! Ricominciamo. Oggi vediamo insieme 5 trucchi per preparare un’insalata di riso diversa. Sempre fresca, sempre veloce, ma molto più buona!

insalata di riso

Insalata di riso: uscite dalla banalità

In generale non c’è una regola per preparare un’ottima insalata di riso. Ognuno mette gli ingredienti che preferisce. In linea di massima tenete conto che state cucinando un piatto unico: cereali, verdure e una proteina che può essere scelta tra tonno, formaggio, uova, legumi o altre tipologie di carne e pesce.

Detto ciò, vediamo i 5 trucchi per una ricetta perfetta.

  1. Insalata, ma non solo di riso. Oggi al supermercato c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Non solo il classico riso, ma anche tantissimi altri cereali. Provatela di orzo, farro, quinoa o, perché no, con miglio, cous cous e bulgur. Si trovano anche a cottura rapida o in pratiche confezioni miste. Sono l’ideale per portare in tavola piatti diversi e imparare a consumare anche altri cereali.
    Provateli con la nostra insalata di farro o di orzo e farro o di quinoa.
    Ancora vi state chiedendo come fare per non far attaccare i chicchi? Cuocete i vostri cereali sempre al dente, quindi scolateli e passateli sotto il getto dell’acqua fredda. Trasferiteli poi in una ciotola e conditeli immediatamente con un cucchiaio di olio. Mescolate e il gioco è fatto!
  2. Verdure. Un’insalata di riso e/o altri cereali che si rispetti deve avere le verdure. Lo so che i vasetti pronti sono comodissimi e in commercio ce n’è davvero per tutti i gusti, ma perché non provare a cambiare? Non occorre che ne utilizziate tanti tipi. Provate con semplici accostamenti come pomodorini, olive e cetrioli, oppure pomodorini, peperoni (giocate anche con i vari colori) e melanzane grigliate. Ottima, se non temete di appestare l’ufficio o gli amici, è anche la cipolla cruda, o il cipollotto, affettati sottile. Faranno la differenza!
    Se proprio i vasetti sono la vostra passione, oppure alcuni prodotti come il mais si trovano praticamente solo così, il mio consiglio è di sciacquarli sempre. Metteteli nello stesso colino del riso e passateli velocemente sotto il getto dell’acqua. Lasciate gocciolare e utilizzate.
  3. Formaggi. Non esiste solo il formaggio “con i buchi”. Potete utilizzare qualsiasi formaggio a pasta dura abbiate in frigorifero. Anche diversi tipi se desiderate convertire la ricetta in uno svuota-frigo. Ricordate che, oltre ai classici, ci sono ottimi formaggi come la feta che conferiscono al piatto un ottimo sapore. Ottime anche le scaglie di grana o di pecorino.
  4. Tonno o uova? Beh anche tutti e due, certo che il valore nutritivo del piatto comincia a salire. L’uovo sodo è ottimo, cotto per 8 minuti e poi affettato. Il tonno dà una spinta in più. Sceglietelo sempre di buona qualità e conservato o al naturale o in olio extra vergine. Diverse sono le correnti di pensiero sull’utilizzo dell’olio del tonno. Personalmente, acquisto un prodotto di buona qualità e poi lo uso come condimento.
  5. Insaccati. Un ottimo modo per arricchire la vostra insalata di riso è aggiungere wurstel o altri affettati a cubetti. Per risparmiare, il modo migliore è comperare i cubi di spalla di maiale in vendita al banco frigo, solitamente sotto vuoto. Costano meno del prosciutto cotto e hanno comunque un ottimo sapore.
  6. Condimenti. Vero, avevo detto 5 punti, ma questo è fondamentale. Per dare un tocco di sapore in più potete condire la vostra insalata di riso con succo di limone oppure altre salse. Ottima una vinaigrette a base di senape, olio e aceto, oppure dello yogurt bianco arricchito con aglio e prezzemolo. Più classica, ma sempre ottima la maionese oppure, per sapori più decisi, il pesto.

Consigli per risparmiare

Se volte risparmiare evitate i prodotti pronti. Niente formaggio pre-tagliato o cubetti di prosciutto già pronti. Hanno prezzi al kg esorbitanti. La soluzione più conveniente è sempre quella di prendere un pezzo intero e poi tagliarlo della forma desiderata. Lo stesso discorso vale per i preparati a base di tonno. Acquistate tonno semplice ed eventualmente arricchitelo con altre verdure.

Insalata di riso: ecco alcuni abbinamenti

Mais, olive e peperoni

Pomodori secchi, capperi e melanzane grigliate

Rucola, scaglie di grana e pomodorini

Cetrioli, olive, mais, feta

Pomodorini, ceci, origano, mais

Tonno, uova sode, piselli, e maionese

Beatrice Piselli
Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More From: Blog

DON'T MISS