Pandoro  Farcito, un “albero” tutto da gustare


 

Il pandoro è uno dei simboli per eccellenza dei dolci natalizi insieme al più famoso panettone. Si tratta di un dolce a pasta lievitata simile a quella del panettone ma priva di canditi e uvetta che caratterizzano quest’ultimo.

Il pandoro vero e proprio nasce a Verona, come l’evoluzione di un dolce tipico di nome “nadalin” che è molto più antico di lui, approssimativamente nel XIX secolo. Il pandoro ha una forma alta e tronco-conica con una base circolare e sezione del corpo a stella che una volta tagliato e sfalsato le fette ricreeranno proprio un piccolo albero di natale dolce. All’esterno è di colore bruno, mentre l’interno rimane giallo chiaro, il tocco classico per guarnirlo quando viene mangiato al naturale è lo zucchero a velo.

Piccolo trucco è quello di mettere il pandoro qualche minuto sul termosifone caldo pochi minuti prima di cospargerlo di zucchero a velo cosi che questo si attacchi meglio alla pasta.

Esempi di farcitura e utilizzo del pandoro:

I modi per farcire questo dolce sono assolutamente soggettivi, io cercherò solo di darvi qualche piccolo spunto poi la vostra creatività farà il resto.

Farcito di crema al mascarpone

Una delle classiche farciture per questo dolce è la crema al mascarpone, quella che si usa per preparare il tiramisù classico. Ognuno di noi ha la propria ricetta ma gli ingredienti principali rimangono gli stessi: uova, zucchero, mascarpone e a piacere del caffè.

Il pandoro verrà tagliato a fette cercando di creare strati tutti uguali con il primo che comprenderà la base rotonda del dolce per poi salire in forma di stella, sfalsandone le fette creando così l’effetto albero di natale fino alla cupola originale del pandoro che verrà decorata con panna o con meringa.

Farcito di crema pasticciera

Anche questa è una classica crema che si presta bene alla farcitura del pandoro con cui si potrà ricreare anche in questo caso un bel albero di natale.

Farcito con crema alla nocciola o marmellata

Essendo il pandoro un pane dolce perché non pensare di usarlo per una colazione o una merenda sana e golosa per i nostri bambini e anche per noi.

Un piccolo panino con due fettine di pandoro regalerà sicuramente un momento di unione e gioia di tutta la famiglia

Zuppa inglese al pandoro

Possiamo sostituire i savoiardi con delle strisce di pandoro nella realizzazione di una classica zuppa inglese da servire nelle giornate di festa cosi da dare un tocco natalizio a un dolce classico al cucchiaio.

Zuccotto al gelato

Un altro modo di impiegare il pandoro è quello di sostituirlo al pan di  spagna nella realizzazione del classico zuccotto al gelato.

Tante piccole strisce andranno a ricoprire il nostro stampo per poi accogliere un ripieno fresco di gelato al gusto che più ci piace per poi essere sformato e guarnito con del cioccolato fondete o della semplice panna.

Cheesecake al pandoro

La consistenza morbida e un po’ pastosa di questo dolce lo rende perfetto anche come base per una cheese cake nella versione fredda del dolce secondo la ricetta che più ci piace.

Questi sono alcuni dei modi che ho trovato per usare questo dolce che forse è un pochino oscurato dal più famoso e apprezzato panettone per rendere chiudere il pranzo di natale e delle feste con un tocco di creatività e di bontà.


Like it? Share with your friends!

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

More From: Blog

DON'T MISS