Scopri le migliori ricette con il cous cous


Sfiziose e fantasiose ricette con il cous cous

Origine e caratteristiche del cous cous

Il cous cous è un piatto di origine nordafricana, che si diffuse principalmente in Sicilia e Sardegna, successivamente in tutta Italia e oggi anche in Europa.
L’ingrediente principale di questo alimento è la semola di frumento, che si presenta sotto forma di granelli cotti al vapore. Il piatto si può completare con innumerevoli condimenti: verdure, carni bianche, pesce, legumi… Con un po’ di fantasia ognuno può ideare una nuova ricetta utilizzando come base ingredienti di suo gradimento. Accanto all’innovazione, però, c’è la tradizione nordafricana e siciliana che propone alimenti locali. Ecco le nostre ricette con il cous cous per voi!

cous cous

Preparare il cous cous con verdure

  • 250 grammi di cous cous
  • 2 pomodori
  • 2 peperoni
  • 3 zucchine
  • 2 melanzane

oppure:

  • 5 carote
  • 150 grammi cavolfiore
  • 150 grammi broccoli

A prescindere dalla variante, andranno messi:

  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe

Il classico piatto a base di cous cous prevede l’utilizzo delle verdure, il cui tipo varia a seconda della stagione e dei gusti personali. In estate si può optare per zucchine, melanzane, pomodori e peperoni, mentre in inverno si può scegliere tra carote, cavolfiore, broccoli ecc.
La preparazione tradizionale del cous cous prevede una lunga lavorazione: la semola viene inumidita e lavorata manualmente per farne palline, processo che continua finché tutta la semola è stata trasformata in minuscoli chicchi.
Al giorno d’oggi si può acquistare nei supermercati direttamente la confezione di cous cous, già ridotto in sottili sfere di semola e pronto per la preparazione del piatto.

Cottura del cous cous:

Una volta aperta la confezione, si mette il cous cous in un contenitore. Copritelo con il doppio del suo volume di acqua bollente leggermente salata. Come unità di misura potete utilizzare una tazza o un bicchiere: per ogni bicchiere di cous cous, ne occorrono due di acqua. Coprite il contenitore con un piatto e lasciate che tutta l’acqua si assorba.

Una volta reidratato, versare la semola in una padella e unire le verdure già cotte a proprio piacimento. Se si vuole, è possibile creare una variante estiva: dopo aver cotto le verdure, lasciarle raffreddare e unirle al cous cous quando sono ormai fredde, in modo tale da creare un piatto fresco perfetto per le afose giornate estive.
Aggiungere olio, sale e pepe a piacimento.

cous cous verdure

Ricetta del cous cous con pollo

  • 250 grammi di cous cous
  • 150 grammi di pollo
  • sale
  • olio extra vergine di oliva
  • pepe
  • curry

Una variante delle verdure può essere il cous cous con il pollo, uno degli ingredienti più usati, oppure con qualunque altra carne bianca.
Il processo di cottura è identico a quello del paragrafo precedente, però questa volta si aggiunge il pollo già tagliato a bocconcini.
Anche in questo caso, se si desidera un piatto caldo, mescolare la semola con il pollo appena cotto, ottenendo così una pietanza perfetta per cena o per pranzo, ricca sia di carboidrati (la semola) che di proteine (il pollo).

Viceversa, se si vuole un piatto estivo, basterà far raffreddare la carne e unirla al cous cous quando è fredda.
Solitamente, nel cous cous di pollo si aggiunge il curry, che crea quel sapore speziato tipico dei paesi del Maghreb.
Aggiungere sale, pepe e olio a proprio piacimento.

cous cous pesce

Cous cous con gamberi e piselli

  • 250 grammi di cous cous
  • 150 grammi di gamberi
  • 100 grammi di piselli
  • olio extra vergine di oliva
  • mezza cipolla
  • pepe
  • sale

Per gli amanti dei crostacei, il cous cous con gamberi e piselli è una ricetta deliziosa che unisce un gusto sorprendente a un’estrema facilità di preparazione.
Per un vero sapore di mare è bene utilizzare gamberi freschi, sgusciati completamente, anche della coda e, cuocendoli a parte, unirli al cous cous caldi o freddi a proprio piacimento; mettere anche i piselli, preferibilmente appena tolti dalla padella in cui erano stati precedentemente cotti e, se si desidera, una cipolla fresca, che dona più sapore al piatto.
In caso di poco tempo a disposizione o di poca praticità a sgusciare i gamberi, comprarli surgelati, unendoli, dopo averli cotti separatamente, al cous cous.

Aggiungere olio, sale e pepe a piacimento.

Cous cous di pesce alla trapanese

  • 250 grammi di cous cous
  • 1 chilogrammo di pesci da zuppa
  • 500 grammi calamari
  • 500 grammi gamberi
  • 500 grammi cozze
  • q.b. vino bianco
  • 500 grammi vongole
  • 1 carota
  • 2 cipolla
  • q.b. aglio
  • 100 grammi concentrato di pomodoro
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • 2 bustine zafferano
  • 40 grammi di mandorla in polvere
  • q.b. prezzemolo
  • q.b. alloro
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • q.b. paprika
  • q.b. peperoncino
  • q.b. sedano

Chi adora tutti i tipi di pesce può prendere spunto da questa ricetta originaria di Trapani e tra le più apprezzate e replicate dell’intera isola siciliana.
Per realizzare la ricetta del cous cous di pesce alla trapanese, mettere a bagno le vongole in un contenitore con acqua fredda, unire una manciata di sale e far riposare per 2-3 ore, cambiando l’acqua almeno 2-3 volte. Pulire le cozze raschiandole e rimuovendone i filamenti che fuoriescono. Se si desidera si possono comprare vongole e cozze surgelate, sicuramente più pratiche e veloci da cucinare.

Pulire anche i gamberi, unendone il guscio con le teste e le lische dei pesci (per i pesci da zuppa l’ideale sono scorfani, gallinelle, ecc.). Aggiungere acqua, vino, sedano, la carota e la cipolla, il concentrato di pomodoro, un pizzico di sale e di peperoncino e una foglia di alloro. Anche per i pesci e i gamberi comprarli già puliti oppure surgelati se non si è pratici nella rimozione delle interiora (in questo modo però si rinuncia al sapore delizioso delle lische e delle teste).

Portare a ebollizione e cuocere per 40 minuti. Filtrare ciò che si è ottenuto e tenere le parti commestibili (corpi dei gamberi, polpa dei pesci),scartando gusci, teste e lische. Nel frattempo pulisci i calamari e cuocili a parte, inumidendoli con una po’ del brodo ottenuto.

Bagnare il cous cous con questo brodo di pesce anziché con l’acqua e unire gamberi, polpa di scorfani e gallinelle, vongole, cozze e calamari.

Prima di servire aggiungere la mandorla in polvere, la paprika e lo zafferano. Come per le altre ricette, si può scegliere se si vuole un piatto freddo (conservare in frigo) o caldo (ripassare in padella).

P.S. Dato che il cous cous è un piatto della cucina nordafricana, si consiglia l’uso di molte spezie originarie di quelle zone: curcuma, paprika, zenzero, cardamomo, noce moscata, cumino sono condimenti che si possono aggiungere senza problemi a tutte le ricette sopra elencate, anche dove non sono espressamente citati. Tali spezie, oltre a un sapore particolare ed esotico, sono fonte di innumerevoli benefici e donano un tocco davvero peculiare alle vostre ricette, stupendo parenti e amici.

In tutte le ricette le quantità sono variabili a seconda dei gusti personali, del numero di commensali e del tempo a disposizione. Ognuno può cambiare le quantità a suo piacimento.

Oltre a queste pietanze potete aggiungere qualsiasi ingrediente di vostro piacimento, perché, non dimenticatelo, la cucina è inventiva!

Buon appetito!


Like it? Share with your friends!

392

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More From: Blog

DON'T MISS