Croque Monsieur e Croque Madame, due golosità francesi


Non c’è bistrot, bar o brasserie in Francia che non li abbia nel menù. Si tratta di due preparazioni tipiche dei cugini d’Oltralpe che sfiziano il palato: il Croque Monsieur e il Croque Madame. Sono adattissime ad uno stuzzicante brunch domenicale così come ad uno spuntino pomeridiano passeggiando tra i Boulevards. Due versioni molto ridotte e molto più chic di un club sandwich o di un toast.

croque madame croque monsieur

Croque Madame: il sandwich con il cappello

In Francia è il sandwich per eccellenza: due fette di pane in cassetta al cui interno inserire prosciutto e formaggio, per lo più dolce, come Gruyère o Emmental. Il tutto si passa in una griglia, consentendo al formaggio di sciogliersi e fondersi al meglio con i sapori del prosciutto.

Nel frattempo si andrà a preparare un uovo fritto, avendo cura di lasciare il tuorlo molto morbido. Basterà adagiare l’uovo sul sandwich caldo, tagliarlo a metà e il tuorlo cremoso impreziosirà di gusto e sapore il già delizioso Croque!

La tradizione racconta che l’uovo fritto sulle fette di pane fosse stato messo a simboleggiare, per la sua forma, un cappello da signora, tipico delle Madame francesi: da qui il suo nome. Un’altra stravagante leggenda, invece, racconta di un uomo che voleva chiedere in sposa la donna che amava. Non potendo permettersi un anello, le offrì il sandwich. L’uovo messo sul pane doveva simboleggiare un diamante. Un gradito “dono culinario” per la sua Madame di più di 100 anni fa. Romanticherie o meno… è delizioso!

Croque Monsieur: più formaggioso

La tradizione vuole che, nella sua forma più comune, il Croque Monsieur sia stato proposto per la prima volta nel 1910 in un caffè parigino situato su Boulevard des Capucines. Si tratta di due fette di pane bianco quadrato ripiene di prosciutto e formaggio (per lo più Emmental o Gruyère) e ricoperte con altro formaggio fuso. Nel 1919, addirittura lo scrittore Marcel Proust si riferisce al Croque Monsieur nel suo famoso libro All’ombra delle fanciulle in fiore.

“… uscendo dal concerto e ripercorrendo il sentiero che porta in albergo, mia nonna ed io siamo stati fermati da Madame di Villeparisis e, scambiando qualche parola, ci disse che aveva ordinato per noi, in albergo, il Croque Monsieur e il Croque Monsieur con crema d’uovo…”.

Tuttavia, l’origine della parola è incerta. La parola “croque” non accostata a Madame, sembra non esistere. Si racconta, però, che in passato, a Parigi, alcuni lavoratori entrarono in un bistrot per ordinare un Croque Madame. Essendo stanchi e affaticati, non volevano attendere la cottura dell’uovo. Chiesero, allora, di avere un “Croque” semplice, con doppio formaggio grigliato anche all’esterno. Ecco pronto il Croque Monsieur: due fette di pane bianco in cassetta calde calde, farcite con formaggio e prosciutto. Ancora formaggio a listarelle in superficie e via in una griglia rovente o in forno! Crosticina assicurata e gusto indiscutibile: da leccarsi i baffi!

Non dimentichiamo il Croque Mademoiselle!

Le versioni e le rivisitazioni del Croque Madame e Monsieur tradizionali sono numerose e lasciano spazio alla fantasia e al gusto di ognuno. Non dimentichiamo la versione vegetariana del Croque: il Mademoiselle!

Tra le due fette di pane basterà inserire il formaggio spalmabile, qualche foglia di lattuga e fettine di cetrioli. Lo si passerà alla griglia o in forno e il Croque Mademoiselle è pronto e sicuramente più leggero dei “genitori”!


Like it? Share with your friends!

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

More From: Blog

DON'T MISS