Biscotti della fortuna cinesi, facili da preparare


Per i frequentatori come me, del ristorante cinese, questi biscotti della fortuna non sono una novità. Sono infatti un fine pasto leggero e simpatico, che ci viene proposto in questi ristoranti, e che ci porta a pensare che siano un tipico dolcetto cinese. E invece ho scoperto con grande stupore che in Cina, i biscotti della fortuna, non sono proprio conosciuti. Sulla provenienza esatta non ci sono certezze, anche se l’origine è da ricollegarsi alla tradizione americana, dove l’idea del biscotto è nata su ispirazione di alcuni tipi di cracker giapponesi.

Per chi non li avesse mai visti né mangiati, i biscotti della fortuna sono dei biscotti croccanti, dalla forma simpatica che ricorda un raviolo, e dall’impasto leggero e gradevole. Il nome si riferisce al fatto che al loro interno contengono un messaggino della fortuna, espresso tramite frasi o elenco di numeri fortunati.

Gli ingredienti sono semplici, e il procedimento veloce, ecco perché possiamo preparare questi simpatici dolcetti in casa, e proporli durante le festività, personalizzando i bigliettini. Si tratta infatti di montare leggermente gli albumi, unire lo zucchero e la farina, aromatizzando a nostro piacere con della vaniglia o con del the verde, fino ad ottenere una pastella liscia e densa da cuocere in forno. L’unico passaggio ostico è quello della chiusura del biscotto. Una volta inserito il bigliettino al centro, dovremo richiudere la cialdina del biscotto su se stessa, dando la caratteristica forma che li contraddistingue. Questa operazione va fatta quando il biscotto è ancora rovente, per non spezzarlo, e perché mantenga la forma una volta raffreddato. Ecco perché conviene cuocere pochi biscotti per volta, se non siete muniti di aiutanti. Possiamo aiutarci con delle ciotoline e delle formine per muffin per dare la forma e per farli raffreddare.

biscotti della fortuna

Come preparare i biscotti della fortuna:

In una ciotola montiamo leggermente gli albumi con un pizzico di sale.

albumi leggermente montati

Misceliamo tra loro gli ingredienti secchi (fecola, farina e zucchero), e li uniamo agli albumi.

unire farine

Iniziamo ad emulsionare ed aggiungiamo 3 cucchiai di acqua tiepida, in cui ho lasciato in infusione una bustina di the verde. Mescoliamo bene fino ad ottenere una pastella liscia e densa. Lasciamo riposare una decina di minuti.

pastella

In una teglia da forno foderata di carta da forno, andiamo a versare con un cucchiaio parte del composto, e con il dorso del cucchiaio lo stendiamo bene a formare un dischetto regolare e sottile (circa 6 cm di diametro). Conviene cuocere pochi biscotti per volta per avere il tempo di richiuderli.

biscotti cotti

Inforniamo in forno statico preriscaldato a 180°C per 8-10 minuti. Quando notiamo che i bordi delle nostre cialdine sono leggermente dorati, ed inoltre sono facili da staccare dalla carta forno, i nostri biscotti sono cotti e pronti. Aiutandoci con dei guanti ed una spatola, rimuoviamo i biscotti dalla teglia, inseriamo al centro il bigliettino, e in modo delicato, richiudiamo il biscotto su se stesso unendo le due estremità. Appoggiamo la base del fagottino sul bordo di una tazzina, per formare la caratteristica piega.

piega

Lasciamo asciugare i nostri biscotti all’interno di tazze o stampini per muffin, in modo che mantengano la forma. Lasciamo raffreddare e ripetiamo l’operazione fino alla fine dell’impasto.

raffreddamento

I nostri biscotti sono pronti per essere gustati! Possiamo spolverizzare con dello zucchero a velo.

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 albumi
  • 30 g fecola
  • 80 g farina 00
  • 120 g zucchero
  • 3 cucchiai di acqua tiepida
  • 1 bustina di the verde
  • 1 pizzico di sale

Curiosità:

Possiamo aromatizzare l’impasto a nostro piacimento, con scorze di agrumi, estratti come vaniglia o arancio, oppure aggiungere del cacao o caffè in polvere.

Possiamo inoltre sulla cialdina da infornare, aggiungere semi di papavero per avere un effetto colorato.

Se in casa non abbiamo la fecola possiamo utilizzare della maizena, aggiungendola fino a 2/3 del peso della farina, in questo caso dovremmo aggiungerne 50 g circa.


Like it? Share with your friends!

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

More From: Biscotti

DON'T MISS