Zucchine bread and butter: i sottaceti d’oltreoceano


Spesso noi italiani siamo diffidenti verso le ricette e le tradizioni culinarie che provengono dagli Stati Uniti, ma ci sono alcune specialità americane che vale davvero la pena di provare anche a casa nostra, per portare un po’ di novità nelle nostre cucine. Inoltre sono più leggere delle classiche sottolio.

Gli americani, per esempio, eccellono nel “canning”, ovvero nell’arte conserviera. Fra le conserve più celebri e gustose troviamo i cosiddetti “bread and butter pickles”, che non mancano mai nella dispensa della perfetta massaia a stelle e strisce.

L’origine del nome è controversa, ma tradizionalmente si fa risalire al fatto che sono sottaceti così deliziosi da essere sufficienti da soli, con pane e burro, per mettere in tavola un pasto squisito. Si tratta di una miscela di aceto, zucchero e spezie, in cui vengono cotte e conservate le verdure. I pickles solitamente solo cetrioli, ma anche le zucchine sono perfette per essere conservati secondo questa ricetta. Infatti, per dare un tocco più italiano ed estivo a questa bontà che viene da lontano, utilizzeremo proprio le nostre zucchine, quelle verde chiaro di misura media, poco acquose e abbondantissime negli orti e nei mercati agostani.

zucchine bread and butter

Ma vediamo ora come preparare le zucchine Bread and Butter.

Per prima cosa occorre preparare i vasetti. Procuratevi almeno 8 vasi in vetro da 250 ml con i relativi coperchi, lavateli benissimo a mano o fate fare loro un ciclo in lavastoviglie. Accendete il forno a 100 gradi e disponete i vasetti a bocca in su e coperchi sopra una teglia, infornando per almeno 20 minuti. Potete lasciarli nel forno fino al momento di usarli. A questo punto saranno perfettamente sterilizzati.

zucchine bread and butter

Nel frattempo, lavate e affettate sottilmente zucchine e cipolle, disponete tutto in uno scolapasta e cospargete di sale grosso non iodato. Mescolate e lasciate riposare 30 minuti, in modo che le verdure rilascino l’umidità in eccesso.

zucchine bread and butter

Prendete una pentola dai bordi alti, versatevi dentro l’aceto, lo zucchero, i semi di sedano, i semi di senape e la curcuma, mescolate e portate a bollore a fiamma media.

zucchine bread and butter

Mescolate di tanto in tanto finché lo zucchero non sarà sciolto completamente.

zucchine bread and butter

Sciacquate le verdure dal sale e asciugatele con un canovaccio, immergetele nella mistura di aceto bollente e lasciatele cuocere per dieci minuti, mescolando spesso, finché le cipolle non diventeranno trasparenti.

zucchine bread and butter

Spegnete il fuoco ed estraete i vasetti sterilizzati dal forno.

zucchine bread and butter

Con molta attenzione, perché sarà tutto molto caldo, procedete al riempimento dei vasetti e chiudeteli strettamente con i coperchi.

zucchine bread and butter

A questo punto, per fare in modo che le vostre zucchine Bread and Butter durino a lungo (anche un anno) al fresco della vostra dispensa, dovrete procedere con la sterilizzazione per ottenere il sottovuoto.

Collocate i vasetti in una o più pentole capienti. Se resta dello spazio tra i vasi avvolgeteli in un canovaccio perché non si rompano durante la bollitura.

zucchine bread and butter

Coprite d’acqua fredda i vasi, lasciando almeno un centimetro d’acqua sopra i coperchi. Mettete sul fuoco e portate a bollore. Fate bollire i vasi per 20  minuti e poi spegnete, lasciate che si raffreddino direttamente dentro l’acqua, di tanto in tanto sentirete un “click” che vi segnalerà l’avvenuto sottovuoto dei vari vasetti.

La vostra conserva a base di zucchine bread and butter è pronta! Potete gustarla come contorno a piatti di carne o formaggi, ma anche sul pane in solitaria con il burro come vorrebbe la tradizione, sia in un buon hamburger homemade, a cui darà uno sprint in più.

zucchine bread and butter

Ingredienti per circa otto vasi da 250 ml di zucchine bread and butter:

zucchine bread and butter

  • 12 zucchine chiare di misura media
  • 3 cipolle medie
  • 100 gr di sale grosso non iodato
  • 300 gr di zucchero
  • 700 ml di aceto di vino bianco o aceto di mele
  • 2 cucchiai di semi di senape
  • 2 cucchiai di semi di sedano
  • 1 cucchiaio di curcuma

Note:

Cercate di utilizzare il sale non iodato per questa preparazione: il sale iodato peggiora l’aspetto e la consistenza delle verdure.

Potete usare sia aceto di vino bianco che aceto di mele, oppure anche una miscela dei due. L’importante è che l’aceto da voi scelto abbia un’acidità almeno del 5%.

Le spezie usate in questa preparazione sono facilmente reperibili in drogheria, erboristeria o sulle bancarelle degli speziali alle fiere o al mercato. I semi di sedano potrebbero essere forse un po’ più ardui da trovare in Italia. Se non li trovate, potete ometterli o sostituirli con la stessa quantità di aneto essiccato, oppure aggiungete alle verdure in cottura nell’aceto un pezzetto di sedano fresco finemente tritato.

Valeria Poggi

Valeria è mamma, prof e (ogni tanto) blogger. Non riesce a trattenersi dal mettere le mani in pasta e il suo antistress preferito è accendere il forno. Tenta di conciliare le varie tradizioni culinarie della sua famiglia, Ligure, piemontese e Toscana, strizzando l'occhio spesso e volentieri a ciò che arriva da oltreoceano,ma soprattutto da oltremanica. Vive sulle alture dell'entroterra ligure con la sua famiglia e altri animali e si porta dietro la sua campagna dovunque vada e qualunque cosa faccia.

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More From: Antipasti

DON'T MISS