Zucchine alla scapece


Le zucchine alla scapece sono una preparazione tipica del sud Italia che prevede la frittura di fette di zucchine tagliate sottili e la loro conservazione sotto aceto. Il preparato viene inoltre arricchito e insaporito con aglio e menta. Insomma, un piatto per chi ama i sapori decisi!

La preparazione è davvero semplice e l’ideale sarebbe lasciarla riposare qualche ora, meglio un giorno intero, prima di gustarla. Le zucchine alla scapece sono anche un ottimo modo di conservare le zucchine in eccesso, magari quelle del vostro orto, in quanto si conservano in frigorifero, in un contenitore a chiusura ermetica, per diversi giorni.

Zucchine alla scapece

Procedimento:

Zucchine trifolate 1

Zucchine alla scapece 1

Con una mandolina affettate le zucchine molto sottili, un paio di millimetri circa. Potete anche farlo con un coltello, ma ci vorrà un po’ più di tempo.

Zucchine alla scapece 5

Zucchine alla scapece 4

Friggetele poche per volta in abbondante olio di oliva finchè non saranno dorate. Scolatele con una schiumarola e adagiatele su della carta da cucina, in modo che perdano l’olio in eccesso.

Nel frattempo preparate la marinatura, mescolando l’aceto, l’aglio tagliato a fettine sottili, la menta tritata e un pizzico di sale. Dopo aver fritto le zucchine, unite anche 5 cucchiai dell’olio utilizzato.

Zucchine alla scapece 3

Zucchine alla scapece 2

A questo punto non vi resta che disporre a strati le zucchine, irrorandone ciascuno con un poco della marinata. In alternativa, potete anche mettere insieme tutti gli ingredienti, senza formare gli strati. In entrambi i casi, l’importante è utilizzare un contenitore a chiusura ermetica.

Servitele fredde, dopo almeno un paio di ore di riposo, meglio tutto il giorno.

Ingredienti

  • 1 kg di Zucchine
  • 1/2 l di Olio di Oliva
  • 1 mazzetto di Menta
  • 4 spicchi di Aglio
  • 2 cucchiai di Aceto
  • Sale
Beatrice Piselli
Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More From: Antipasti

DON'T MISS