Focaccia pugliese con olive e pomodorini


Ho decise di preparare la focaccia pugliese dopo essere stata in vacanza in Puglia. Il suo sapore ricco è quello tipico della terra di origine: pomodorini, olive e origano rendono questa focaccia qualcosa di indimenticabile. Ciò che la rende diversa da una classica focaccia, come quella genovese ad esempio, è la presenza nell’impasto della patata lessa, nonché l’utilizzo di due tipi di farine miscelate: quella di semola e quella di grano tenero.

Quindi, ricapitolando: due tipi di farina, la patata e prodotti freschi del territorio, compongono questo prodotto da forno ottimo come sostituto del pane o per una merenda diversa. Preparatene in abbondanza perché i vostri ospiti ne andranno matti e anche voi!

Ingredienti:

300 g di farina 00 15 pomodorini
200 g di farina di semola 2 cucchiai di olive nere
10 g di lievito di birra fresco 1 patata lessa
320 ml di acqua tiepida Olio extravergine di oliva q.b
10 g di sale Origano q.b

1Setacciate le due farine nella ciotola di una planetaria, quindi unite la patate schiacciata e azionate la macchina con il gancio a spirale montato.

focaccia pugliese

2Sciogliete il lievito nell’acqua e unitela a filo, fino ad ottenere un impasto omogeneo. In ultimo unite anche l’olio e il sale.

focaccia pugliese

3Lasciate lievitare nel forno spento con la luce accesa fino al raddoppio.

focaccia pugliese

4Trasferitelo nella teglia del forno che avrete oliato abbondantemente e allargatelo. Rimettete a lievitare fino al raddoppio.

focaccia pugliese

5Premete sulla superficie con i polpastrelli in modo da formare i caratteristici incavi, disponete i pomodorini tagliati a metà e le olive tagliate a rondelle. Irrorate con un filo di olio e spolverizzare con l’origano.

focaccia pugliese

6Infornate a 250°C per 20 minuti. Servitela appena sfornata per gustarne appieno il suo sapore.


Like it? Share with your friends!

Beatrice Piselli
Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

More From: Antipasti

DON'T MISS